Montecatini .it
ItaliaCiclismo .net Elite-Under23 Juniores Allievi Esordienti contatti
 
ITALIA CICLISMO

ItaliaCiclismo .net Ciclismo Foto e Video 

 

2013-12-01 - LOMBARDIA - (BG)
ECO DI BERGAMO UNA STORIA NATA NEL 1950



La storia
1950: era l'Italia del dopoguerra, l'Italia della ricostruzione, quella che al cinema si innamorava delle maggiorate, l'Italia di poveri ma belli, l'Italia...delle due ruote.
La bicicletta, non ancora sovverchiata dalle auto del boom economico, era ancora il mezzo di locomozione preferito dagli italiani.
A Bergamo, industriosa citta' di provincia del Nord, nella sede del quotidiano L'Eco di Bergamo Don Andrea Spada e' il tenace direttore, con lui ci sono Carlo Bianchi ed Elio Corbani (storici nome del giornalismo orobico).
Nel fervore della redazione nasce un'idea fulminante e subito si lavora per organizzare una gara ciclistica riservata alla categoria allievi: sono le origini della classicissima di fine stagione.
Da quell'anno il G.P.L'Eco di Bergamo sara' una delle gare piu' importanti e comincera' ad occupare un posto nel calendario nazionale ben prima di altre gare di assoluto prestigio (ad es. La Coppa d'Oro nasce quasi 25 anni dopo).

Gli organizzatori
Per oltre 50 anni, fino al 2007, la gara e' stata organizzata dalla redazione sportiva de L'Eco di Bergamo e dalla Pol. CSI.
Dal 2008 il testimone e' passato, con piena collaborazione, al Team 2003 che con la competenza e la professionalita' maturate in ambito internazionale con la 3GiorniOrobica ha proseguito mantenendo inalterato il prestigio della manifestazione.
Da quell'edizione il quartiere logistico e' stato trasferito dal centro di Bergamo, vicino alla redazione, nella nuova sede della Cittadella dello Sport di via Gleno.
Da due anni alla denominazione storica e' stato affiancato il titolo G.P. Citta' di Bergamo - Trofeo Filtes International e, grazie, al sostegno di nuovi sponsor puo' continuare la sua storia.
L'organizzazione richiede uno staff composto da 150 persone. Ai vertici del team 2003 ci sono Antonio Torri (presidente) e Patrizio Lussana (Direttore di organizzazione).
Aldo Epis e' l'anima della corsa.

I campioni
Fin dalla prima edizione i partecipanti sono di assoluto valore e ad oggi quasi la meta' dei vincitori e' poi passato tra i professionisti, cinque di loro sono anche diventati Campioni del Mondo: Mirko Gualdi, Marco Serpellini, Giuliano Figueras, Giuseppe Saronni, Andrea Peron.
Tra i Campioni che a Bergamo si sono imposti ricordiamo in anni recenti anche Filippo Pozzato ('97 davanti a Cunego), Enrico Peruffo (2001) e il fratello Daniele Ratto (2004), Luca Wackermann.
Fabio Felline si e' aggiudicato la gara per ben due anni (2005-2006), come lui solo Stefano Bianchini (1981-82) e Amedeo Rossi (1961-62).
Storica la gara del 50 anniversario (nel 2000), per l'occasione internazionale, vinta dal tedesco Nico Graf.
Tra le edizioni leggendarie si ricorda quella del 2003 vinta da Alex Guidetti: 303 iscritti, 260 partenti, 3 centigradi la temperatura, e una pioggia torrenziale per tutto il giorno.
Un ricordo speciale va ad Antonj Orsani, splendido campione vincitore nel 2007, poi tragicamente scomparso in un incidente.

La testimonianza
Aldo Epis da circa 15 anni e' l'anima della corsa, nella sua agenda ci sono i numeri di telefono dei direttori sportivi delle squadre allievi di tutta Italia, nel suo cuore il ricordo di tanti ragazzi e molti campioni.
Nel 1966 e 1967, pero', anche Aldo era in sella in mezzo al gruppo, alla partenza di quella che sarebbe a distanza di molti anni diventata la "sua" gara.
Come ex ciclista racconta un episodio divertente e gustoso che ci riporta uno scorcio inedito della classicissima.
"Vestivo la maglia dell'U.S.Olimpia - racconta - e in quegli anni nella categoria allievi gli atleti avevano 17 e i 18 anni.
Avevo ottenuto buoni risultati, ma non avevo ancora vinto. Per invogliarmi a dare il massimo il mio presidente, Sandro Mazzoleni, mi disse che se mi fossi piazzato nei primi 15 mi avrebbe regalato un tubolare nuovo. Un bel premio!".
A questo punto Aldo si presenta al via pieno di buoni propositi : "Nei giorni precedenti - continua - avevo fatto una ricognizione attenta del tracciato e avevo notato come la prima galleria da attraversare nei pressi di Tavernola non era illuminata. Mi dissi che era un buon punto dove attaccare e cercare di aggiudicarmi il traguardo volante di Tavernola che avrebbe assegnato un altro tubolare. In testa mi era maturata l'idea di poter avere una coppia nuova di gomme".
La mattina della corsa Aldo e' tra i 200 al via : "Attaccai fin dalle prime battute e mi aggiudicai anche i primi TV. All'ingresso della galleria, prima di Tavernola, piazzai l'attacco che avevo progettato. Vinsi il mio tanto desiderato tubolare, del valore di 4.000. Un bel colpo considerato che una bicicletta al top della gamma su misura costava all'epoca 100.000.
Come corridore in fuga i motociclisti mi scortarono e io con la strada ben illuminata, proprio dalle moto, forzai ancor di piu' il ritmo anche nella seconda galleria"
Sulla salita del Solto Collina Epis e' raggiunto dal bergamasco Isaia Mirri in compagnia di un altro atleta: " Mirri mi disse che in gruppo erano tutti furenti perche', visto che i motociclisti in servizio avevano accompagnato me fuggitivo, il gruppo era rimasto scoperto e nella galleria non illuminata tutti erano caduti. La cosa mi preoccupo' e allora cercai di alzare ancora il ritmo".
In vetta al Solto Collina Epis si ritrova con altri 15 atleti, cosi' anche sulle salite della Valle Rossa, del S.Rocco, del Casnigo e nel tratto verso Bergamo.
In volata Epis attacca, ma ormai stanco per le energie spese fin dalle prime battute, taglia il traguardo 16 : "Mazzoleni, da uomo di parola, non mi regalo' il tubolare e vidi sfumare la mia idea di avere una coppia di gomme nuove"...ma... "era stata una gran giornata, avevo vinto 15.000 e quattro TV.
La soddisfazione piu' grande, pero', fu quella di vedere mio papa' Andrea, silenziosamente orgoglioso e felice, tornare a casa in autobus per trasportare tutti i premi che avevo vinto".

Da organizzatore
Epis ricorda ogni particolare delle tante edizioni seguite, ma in vena di ricordi ci svela altri due aneddoti divertenti che fanno capire come un organizzatore di gare giovanili abbia a cuore prima di tutto i giovani atleti.
"Era il 2002 e dalla Sardegna, dopo numerosi contatti con il ds Carboni, era giunto a Bergamo Giorgio Serra della Carrera Ozieri. Era arrivato da solo in aereo all'areoporto di Linate. Grazie all'aiuto degli uomini del Pedale Monzese arrivo' poi a Bergamo. Avevamo riservato una camera in albergo, ma il ragazzo non aveva compagni e mia moglie disse che non lo si poteva certo lasciare pranzare da solo! Detto fatto, famiglia tutta d'accordo, fu nostro ospite. Preparammo appositamente del filetto, non grasso, adatto all'alimentazione di un corridore. Il ragazzo gradi' pero' anche un sostazioso piatto di lasagne come primo. I miei figli, oggi trentenni, se ne ricordano ancora.
Dopo pranzo io e Giorgio scendemmo nella mia cantina-officina e sistemammo la bicicletta in vista della corsa".
L'anno successivo altra avventura : "La sera della vigilia, il sabato notte, ero gia' a letto verso mezzanotte squillo' il telefono. Dalla Sicilia un ragazzo, con il padre, era arrivato ad Orio al Serio ma nessun tassista era disponibile per un passaggio. Pronti via...dal pigiama ai jeans e... benvenuti anche a loro".

ALLEGATO: Il programma dell'edizione 2013 con l'albo d'oro




© 2013 copyright by italiaciclismo.net | Tutti i diritti riservati
vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza autorizzazione



Scarica Catalogo Team 2017
www.pissei.com





  • Elite-Under23
  • Juniores
  • Allievi
  • Esordienti
  • Giovanissimi
  • Donne Esordienti
  • Donne Allieve
  • Donne Juniores
  • Cicloamatori

    Sezioni

  • TopTeam
  • Altre Info
  • Gare a Tappe
  • Campionati
  • Classifiche
  • Challange
  • Calendari
  • Video

    Links

  • FederCiclismo

    Contatti

  • E-m@il

    Archivio

  • Archivio 2016
  • Archivio 2015
  • Archivio 2014
  • Archivio 2013
  • Archivio 2012
  • Archivio 2011
  • Archivio 2010
  • Archivio 2009
  • Archivio 2008

    Link Sponsorizzati