Montecatini .it
ItaliaCiclismo .net Elite-Under23 Juniores Allievi Esordienti contatti
 
ITALIA CICLISMO

ItaliaCiclismo .net Ciclismo Foto e Video 

 

2009-09-12 - BASILICATA - Corleto Perticara (PZ)
27 GIRO DI BASILICATA - SECONDA TAPPA di Km. 100

Successo veneto nella seconda tappa del Giro della Basilicata, arrivo in solitaria Pietro Osele (FDB Car Diesel)

ALIANO (Mt) Ancora un atleta italiano. Il timbro del tricolore anche sulla seconda tappa del giro della Basilicata. Da Corleto Perticara ad Aliano, di 102 chilometri. Una frazione non particolarmente spettacolare ma ricca di spunti, di iniziative e di allunghi. Non una fuga decisiva ma tanti piccoli tentativi di vivacizzare una frazione con un solo gran premio della montagna (Montalbano Jonico). In pratica l'unica, difficoltà di un tracciato reso particolarmente difficile della pioggia negli ultimi 20 chilometri. A tagliare il traguardo di via Roma ad Aliano è stato il veneto Pietro Osele della Fdb Car Diesel che ha battuto in volata Ilia Koshevoy (Bielorussia) e Simone Camilli (Ubaldo Signori). Una vittoria e un ordine d'arrivo che muta la classifica generale che vede appaiati al primo posto con lo stesso tempo Koshevoy e Gaia ma maglia di leader della classific a generale che va al bielorussio per i miglio piazzamenti ottenuti (2 secondi posto contro un primo e un quinto posto di Gaia). Un arrivo ad Aliano con colpo di scena a 100 metri dall'arrivo, quando parte la volata. Il belga Gabriel Forget sembra non avere rivali ma inavvertitamente segue una moto staffetta, che lascia il rettilineo d'arrivo per imboccare la deviazione auto. Via libera, dunque, a Pietro Oselle che vince a braccia alzate.
La tappa. Non c'e' grande spettacolo. Sono 125 i partenti. Subito bagarre in testa al gruppo dopo la partenza da Corleto Perticara. Qualche timida iniziativa dopo pochi chilometri. Solo pochi metri di vantaggio per 4 atleti che provano la fuga a lunga gittata ma senza particolare fortuna. Dopo 10 chilometri sono 7 atleti che hanno 10" sul gruppo. Poco, troppo poco per che prendesse consistenza. Si procede sempre con scatti e contro scatti e dopo 38 chilometri di continua bagarre il gruppo e' compatto. La frazione si vivacizza quando si incomincia a salire verso il primo e unico gpm della giornata, posto in localita' Montalbano Jonico. Ai piedi della salita, esce dal gruppo Dmitryi Suravets della Bielorussia. Per lui pochi secondi di vantaggio sul gruppo (16") che si disinteressa di dare la caccia all'atleta della nazionale della Bielorussia e scivola a 25". Dal gruppo si lanciano all'inseguimento di Suravets, Buzzi (Ubaldo Signori), Berlato (Fdb Car Diesel) e Canessa (Guazzolini). Ma Suravets e' inarrivabile. Transita per primo sul gpm, precedendo, Salviani (Guazzolini) e Orasni (Stabbia Pratese). Dopo il gpm, si forma un quartetto in testa (Suravets, Salviani, Orsani e Gaigl (Austria) che viaggia con un vantaggio di 8" sul gruppo. Vantaggio che dura poco. Scatti e contro scatti e, alternativamente in testa al gruppo si susseguono gli inserimento nel gruppo di testa. Si va avanti cosi fino al chilometro 67 quando si ricompatta il tutto. Serie continua di iniziative e azione decisiva che sembra essere quella del lucano Christian Marzoli che corre, pero', con l'Italia Nuova Borgo Panigale. A 20 chilometri dell'arrivo Marzoli ha un vantaggio di 12" sul gruppo, vantaggio che sale a 25 quando il ragazzo lucano viene raggiunto in testa da Hocevar (Slovenia). Ma in prossimità della salita di Aliano, il gruppo parte forte. Si scatena la bagarre e il vantaggio dei due viene annullato in pochi chilometri. A 5 chilometri dall'arrivo provano l'allungo Roberti (Guazzolini), Koshevoy (Bielorussia) e Tatarinov (Russia). Per il terzetto, un vantaggio di 5" sul gruppo. Quando sta per verificarsi il ricongiungimento, è Tatarinov che parte in contropiede e prova a sorprendere. Il russo sembra lanciato alla vittoria. Ma all'ultimo chilometri è poderso il recupero del gruppo. Con il finale "giallo". Forget sembra avviato alla vittoria ma "inforca" la deviazione auto e sbaglia strada, dando il via libera a Osele che vince quasi in scioltezza lo sprint.
ORDINE DI ARRIVO:
1° OSELE PIETRO  (A.D.FDB-CAR DIESEL-VC SCHIO 1902)
2° KOSHEVOY ILIA  (BIELORUSSIA) a 2"
3° CAMILLI SIMONE  (G.S. UBALDO SIGNORI LAZIO)
4° TATARINOV GENNADY  (NAZIONALE RUSSA) a 4"
5° GAIA GIOVANNI  (GS SIDERMEC - F.LLI VITALI)



CLASSIFICA GENERALE
1) Ilia Koshevoy (Bielorussia) che ha coperto i 189 chilometri totali in 4h 40'17" alla media di 40,459;
2) Giovanna Gaia (Sidermec) s.t.;
3) Simone Camilli (Ubaldo Signori) a 15";
4) Gennady Tatarinov (Russia) a 19";
5) Gabriel Forget (Belgio) a 22";
6) Antonio Giglio (Campania) a 26";
7) Andrea Crema (Romanese) a 28";
8) Emanuel Roberti (Guazzolini) a 41";
9) Roberto Vernetti (Campania) a 42";
10) Pietro Sele (FDB Car Diesel) a 45".

LE MAGLIE DEL GIRO
CLASSIFICA GENERALE: Ilia Koshevoy (Bielorussia).
CLASSIFICA A PUNTI: I Ilia Koshevoy (Bielorussia).
CLASSIFICA GRAN PREMIO DELLA MONTAGNA: Ilia Koshevoy (Bielorussia)
CLASSIFICA STRANIERI: Ilia Koshevoy (Bielorussia)
CLASSIFICA GIOVANI: Roberto Vernetti (Campania)

© 2009 copyright by italiaciclismo.net | Tutti i diritti riservati
vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza autorizzazione



Scarica Catalogo Team 2017
www.pissei.com





  • Elite-Under23
  • Juniores
  • Allievi
  • Esordienti
  • Giovanissimi
  • Donne Esordienti
  • Donne Allieve
  • Donne Juniores
  • Cicloamatori

    Sezioni

  • TopTeam
  • Altre Info
  • Gare a Tappe
  • Campionati
  • Classifiche
  • Challange
  • Calendari
  • Video

    Links

  • FederCiclismo

    Contatti

  • E-m@il

    Archivio

  • Archivio 2018
  • Archivio 2017
  • Archivio 2016
  • Archivio 2015
  • Archivio 2014
  • Archivio 2013
  • Archivio 2012
  • Archivio 2011
  • Archivio 2010
  • Archivio 2009
  • Archivio 2008

    Link Sponsorizzati